Elementi didattici

Gli strumenti che contraddistinguono il gioco e lo rendono unico nel suo genere sono la narrazione di storie di corruzione e l’utilizzo del termometro della legalità. Questi strumenti fungono da ponte con la realtà da due differenti punti di vista: a livello individuale la narrazione delle storie permette ai partecipanti di comprendere il legame tra il gioco e la vita quotidiana; a livello globale l’utilizzo del termometro della legalità permette di adottare una prospettiva più ampia del fenomeno e la possibilità di confrontarsi con la realtà internazionale.


Storie

Perchè il camionista di Corruttopoly ha perso la vista e non può più lavorare?
Perchè un brillante studente non riesce ad intraprendere la carriera universitaria che desidera?
Perchè l’edicolante è stato ricoverato in ospedale e non sa quando potrà uscirne?
Perchè la squadra locale di pallavolo non può più partecipare al campionato?


Le storie delle vittime della corruzione, che raccontiamo in seguito ad ogni esclusione dal gioco, sono ispirate a episodi realmente avvenuti. I giocatori comprenderanno la capillarità e gli effetti devastanti della corruzione in tutti gli ambiti della società, dalle attività economiche più complesse e sofisticate fino alla privazione dei diritti fondamentali di ogni cittadino. Chiunque può pagare le conseguenze della corruzione, dall’imprenditore allo studente, senza esclusione di colpi.


Il termometro della legalità

Il termometro della legalità, elemento principale del tabellone, è l’indicatore che rappresenta, in ogni momento del gioco, il livello di legalità della città di Corruttopoly. E’ una scala da 0 a 10, in cui a valori più alti corrispondono contesti più virtuosi, e a valori più bassi maggiore corruzione e illegalità. Se nel corso del gioco i corrotti stanno prevalendo sugli onesti, il punteggio scenderà. Se gli onesti stanno avendo successo nell’individuare ed eliminare i corruttori e coloro che li fiancheggiano, il termometro della legalità salirà.

Il termometro della legalità ha la stessa scala del Corruption Perceptions Index di Transparency International, principale indice di corruzione utilizzato dalla ricerca scientifica. Le variazioni del termometro possono determinare l’entrata in vigore di strumenti legislativi anti o pro corruzione, che agiscono sui poteri speciali di cui sono dotati i giocatori, favorendo l’una o l’altra fazione.

La ricerca empirica dimostra, infatti, che nei paesi dove c’è maggiore corruzione si approvano leggi che favoriscono i corrotti, mentre nei paesi virtuosi si creano norme anti-corruzione più severe ed efficaci. Così ad esempio, nel nostro gioco, se aumenta la legalità scatta il Piano Speciale Anti-Corruzione e sono istituiti gli agenti provocatori; se invece la legalità diminuisce entrano in vigore la legge contro la libertà di stampa e il dimezzamento dei tempi di prescrizione per i reati legati alla corruzione.
Intervenendo sui poteri dei giocatori e variando le condizioni di gioco, lo svolgimento diventa più interessante e coinvolgente. Al termine della partita, stabilito quindi il livello definitivo di legalità di Corruttopoly, sarà divertente confrontarlo con quello ufficiale dei paesi presenti nella classifica di Transparency International.

 

Clicca sui pulsanti evidenziati:

Alla ricerca della legalità perduta

Alla ricerca della legalità perduta

1. Dimezzamento dei tempi di prescrizione per i reati legati alla corruzione

La norma prevede il dimezzamento dei tempi necessari per giungere ad una condanna definitiva da parte dell’autorità giudiziaria per i reati di corruzione. LA DURATA MASSIMA DELLE ASSEMBLEE È DIMEZZATA.

2. Legge contro la libertà di stampa

Prevede l’espulsione dall’ordine dei giornalisti e pene pecuniarie e detentive per i giornalisti che pubblicheranno trascrizioni di intercettazioni telefoniche ed ambientali senza la previa utorizzazione dei diretti interessati. IL GIORNALISTA PERDE TUTTI I SUOI POTERI.

3. Piano speciale anti-corruzione

Questo pacchetto di riforme prevede il potenziamento di alcuni importanti strumenti di indagine, tra cui le intercettazioni telefoniche e ambientali, e lo stanziamento di fondi per il reclutamento e la formazione di personale specializzato nelle forze dell'ordine. IL MAGISTRATO PUÒ CONOSCERE L’IDENTITÀ DI DUE GIOCATORI, IL PENTITO GIOCA PER LA FAZIONE DEI CITTADINI.

4. Istituzione degli agenti provocatori

Si introduce l'attività sotto copertura da parte dell'ufficiale di polizia giudiziaria per testare, in incognito, l'onestà di soggetti privati, amministratori o funzionari pubblici, oppure acquisire prove di reati di corruzione da parte di persone sospette o già sottoposte ad indagine. IL POLIZIOTTO PUÒ CONOSCERE L’IDENTITÀ DELLA PERSONA CHE PROTEGGE.

Riconoscimenti

A Gennaio 2012, il progetto "Alla ricerca della legalità perduta. Gioca il tuo ruolo" è tra le dieci proposte di progetto selezionate su oltre 50 dall’Ateneo di Bologna nell’ambito dell’iniziativa "I ricercatori parlano alla città", finanziata dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna che promuove l’organizzazione di attività di divulgazione scientifica dedicate alla cittadinanza. Ciascun progetto ha ricevuto un finanziamento di 4.000 €.

Nel Dicembre 2013, "Alla ricerca della legalità perduta. Gioca il tuo ruolo" ottiene un finanziamento dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito della L.R. 3/2011, che supporta interventi di promozione della cultura della legalità.